Attività fisica e salute

15.05.2018

C'era una volta il medico illuminato che, di fronte al rischio di patologie quali il diabete o ipertensione suggeriva una vita meno sedentaria proponendo attività fisica corredata da farmaci adeguati. 

In alcune Regioni italiane l'esercizio fisico entra nella ricetta medica al pari di terapie, pillole e cicli antibiotici... ci entra anche come semplice indicazione per promuovere uno stile di vita sano dei pazienti. Regioni come Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e Piemonte sono al lavoro per stabilizzare un protocollo operativo. Il Consiglio regionale della Lombardia per esempio ha approvato in commissione Sanità un emendamento che prevede che i medici possano prescrivere l'esercizio fisico come cura alle patologie croniche. Anche in Piemonte una recente proposta di legge regionale si muove in questa direzione, al fine di favorire la guarigione dei pazienti o il raggiungimento di una loro migliore condizione di benessere psico-fisica. 

La ricetta della salute è un salto che avrà un forte impatto psicologico sui milioni di sedentari che preferiscono la cura alla azione preventiva e che soprattutto non ha ben chiaro il legame tra causa (inattività fisica) ed effetto (patologia). 

La pratica sportiva in Italia (dati ISTAT 2015) vede meno del 45 percento delle persone attive, sia in modo saltuario che continuativo in nord europa due terzi della popolazione oltre i 15 anni pratica qualche sport.